martedì, Giugno 18

“Il Nodo di Gordio” descrive Baku e il futuro del Caspio

Google+ Whatsapp Pinterest LinkedIn Tumblr +

Chi avrebbe mai potuto immaginare, che un piccola città sulle sponde del Mar Caspio oggi sarebbe diventata una delle più belle e fiorenti metropoli mediorientali. Una peculiare caratteristica che l’ha resa famosa e affascinate, è il suo golfo che ricorda molto quello napoletano e che ha permesso il gemellaggio tra queste due meravigliose città. Ma nell’aria non manca comunque il profumo proveniente dalle viuzze del centro storico che lasciano ancora intatta la bellezza della città vecchia e la magia al sorgere di ogni giorno. Ciò che ha reso grande Baku, capitale dell’Azerbaijan, riflette molto l’aspetto economico e l’importanza geopolitica che ha permesso un sorprendete sviluppo della city.

L’analista IREPI Giuseppe Ferraro analizza la capitale dell’Azerbaigian, Baku, per la Rivista albanese Perqasje.it

Per l’Italia, l’Azerbaigian, rappresenta un’importante partnership di vitale importanza, in quanto il paese del Caucaso rappresenta uno dei maggiori fornitori di idrocarburi, ma tale partnership si sta sviluppando anche in altri settori, portando molte aziende italiane ad investire il proprio futuro in Azerbaijan. Futuro tra l’altro reso possibile proprio grazie all’importanza strategica della posizione geografica del paese. Da un lato infatti le porte dell’Europa e dall’altro le porte dell’Asia, che ha permesso alla ridente e bellissima città di Baku di rappresentare a rivestire un fondamentale ruolo geopolitico e geo-economico del mercato economico mondiale.

L’articolo è ripreso anche dal think tank di geopolitica ed economia internazionale Il “Nodo di Gordio”

Non di minore importanza è poi il TAP (Trans Adriatic Pipeline), che veicolerà nel prossimo futuro il gas del giacimento azero di Shah Deniz attraverso un percorso che coinvolgerà l’Italia in prima persona, passando attraverso Grecia, Albania e Mare Adriatico e che giungerà fino in Puglia. Senza dimenticare, la costruzione del recente porto di Baku: il Sea Port-Port Of Baku, che grazie alla sua posizione privilegiata nel mar Caspio costituirà uno snodo fondamentale tra il mondo asiatico e quello mediterraneo-europeo. Infine, ma non per ultimo, il TASIM (Trans-Eurasian-Information-Super-Highway), un grandissimo progetto promosso dall’Azerbaijan finalizzato alla costruzione di una grande fibra ottica di circa 11 mila KM volto, a connettere Asia ed Europa.

 

Share.

About Author

Avatar

Rispondi