lunedì, Novembre 11

Convegno “Sport e Geopolitica” con la Rivista Atlantis

Google+ Whatsapp Pinterest LinkedIn Tumblr +

Da sempre lo sport non può rimanere confinato in stadi e palestre, ma ha reciproche influenze con la società, l’economia, le arti, persino la visione politica. Proprio questi aspetti sono stati al centro del convegno Sport e Globalizzazione, promosso dalla sezione di Venezia dall’Unione nazionale veterani dello sport e dal gruppo Sogedin, al centro convegni di Villa delle Magnolie di Monastier e che si è svolto lunedì 6 novembre.

La prima edizione di una formula Sport & Cultura che ambisce a diventare un appuntamento fisso annuale. Densissimo il programma dell’evento: ad aprire la carrellata di relatori e ospiti, dopo i saluti istituzionali di rito alle 9, sono stati due campioni d’Italia, Federico Casarin e Walter De Raffaele, direttore sportivo e allenatore dell’Umana Reyer Venezia, tricolore in carica nel basket. Intervenuto anche  Gigi Delneri, allenatore dell’Udinese. Nei diversi dibattiti che  hanno scandito la giornata l’attività sportiva è stata declinata nei suoi legami con molteplici ambiti: dalla geopolitica al mondo militare, dalla religioni e dai diritti umani all’impresa e all’innovazione, all’estetica, alla salute, all’integrazione.

Nel corso dei diversi panel, interessante è stato il dibattito intorno a Sport, Religione e Diritti Umani, con Antonio Stango, Marco Mascia, Aldo Aledda, e Romano Toppan, moderati dall’analista IREPI e collaboratore del quotidiano “L’Opinione delle Libertà” Domenico Letizia

Il convegno ha avuto anche  momenti speciali: l’intervista di Stefania Schipani, presidente del centro studi europei Rifareleuropa, a Luisella Pavan Woolfe, ambasciatrice e direttrice dell’Ufficio Italiano del Consiglio d’Europa, con sede a Venezia.

 

Share.

About Author

Avatar

Rispondi