sabato, novembre 17

Seminario per l’integrazione e l’orientamento dei giovani moldavi in Italia

Google+ Whatsapp Pinterest LinkedIn Tumblr +

Il 31 ottobre 2018 si è svolto il seminario sull’orientamento e l’integrazione dei giovani moldavi in ​​Italia, trasmesso in diretta su Facebook, organizzato dall’Associazione dei giovani moldavi in ​​Italia, O3M con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica di Moldova in Italia. Presente Sua Eccellenza l’Ambasciatore della Repubblica di Moldova in Italia, Stela Stingaci, altri membri dell’ambasciata, il parroco Pavel Hîncu rappresentante della comunità moldava della Chiesa ortodossa di Roma con sede ad Orvieto e tanti giovani. Hanno partecipato i membri del Consiglio di amministrazione dell’Associazione e altri membri attivi: Aurica Danalachi, Tudor Dabija, Nadejda Matvei, Nicoleta Hacina.  La collaborazione con lo studio Sava di Roma attraverso la presenza di Galia Sava ha contribuito all’organizzazione e al successo dell’evento. Il seminario è stato aperto dall’Ambasciatore, nel suo discorso iniziale ha ringraziato l’associazione per aver organizzato l’evento.  Dopo di che ciascuno dei membri dell’associazione e dei partecipanti si sono presentati per favorire la conoscenza reciproca e consentire instaurazione di un’atmosfera distesa e familiare.  Poi la parola è passata ad Aurica Danalachi, presidente dell’Associazione dei giovani moldavi. Aurica ha parlato di come è nata l’idea dell’associazione nel 2015 su iniziativa di 11 giovani ambiziosi ed energici nel ricongiungere le loro forze e insieme far conoscere le tradizioni e i costumi della Repubblica di Moldova in Italia. Fornire supporto informativo e organizzare eventi allo scopo di aiutare le persone a disporre di informazioni utili e anche a rappresentare gli interessi dei giovani nelle istituzioni governative sia nella Repubblica Moldova che in Italia. E infine organizzare attività ricreative per stimolare il desiderio di divertimento dei giovani e trascorrere insieme del tempo libero. Successivamente ha riassunto tutte le attività dell’associazione iniziando dalla fase di fondazione.  Tra le più recenti elenchiamo la collaborazione e l’adesione al progetto Erasmus Plus e all’associazione Congi (Coordinamento nazionale nuove generazioni italiane).  Concludendo il discorso con informazioni sulla procedura di adesione dei partecipanti all’associazione O3M.  Successivamente Nadejda Matvei, il segretario dell’associazione ha parlato della struttura dell’istruzione superiore in Italia, fornendo informazioni sulla documentazione necessaria per intraprendere un percorso di studi in Italia, ha spiegato la tipologia delle università presenti sul territorio italiano e la classifica delle migliori università secondo Censis (Centro studi e investimenti sociali) accennando anche ai programmi offerti dalle università agli studenti stranieri. Riassumendo con una piccola introduzione alle borse di studio e agli aiuti economici dei quali i studenti moldovi possono usufruire, argomento ulteriormente approfondito da Tudor Dabija, il vicepresidente dell’associazione. Tudor ha informato i presenti sulle agevolazioni economiche sotto forma di borse di studio, borse di merito ad esempio la borsa di studio offerta dal collegio Villa Nazareth, il programma Erasmus. Ha esposto le procedure necessarie per beneficiare di questi aiuti, ha informato riguardo all’ufficio responsabile di questi servizi, Laziodisco (Diritto allo studio universitario) che si occupa anche delle tasse universitarie, delle case dello studente e degli sconti dei buoni pasto delle mense universitarie. Nicoleta Hacina ha portato all’attenzione dei partecipanti le modalità corrette per redigere un Curriculum Vitae. Ha spiegato le varie tipologie e ha parlato del migliore modo di scrivere un CV e presentarsi ad un colloquio di assunzione. In seguito ha fornito informazioni utili sugli errori più comuni che possono compromettere tale successo. Di quale sia l’atteggiamento giusto per sostenere con brio un colloquio e alcuni suggerimenti per evitare le domande trappola. L’intervento successivo è stato quello di Galia Sava la quale ha illustrato i benefici e agevolazioni ottenuti tramite la dichiarazione dell’ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) e l’importanza di essere indirizzati verso le strutture in grado di fornire aiuto e supporto.  Il seminario si è concluso con una nota positiva. Le domande dei partecipanti, il loro entusiasmo e i ringraziamenti verso questa iniziativa hanno permesso di concludere con successo l’evento. Alla fine del seminario l’ambasciatore ha parlato dell’accordo bilaterale in atto tra la Repubblica di Moldova e l’Italia, che dovrebbe riconoscere i titoli di studio ottenuti in Moldova facilitando in questo modo sia la procedura del riconoscimento dei titoli che del percorso di studi intrapresi in Italia. Ha accennato dell’opportunità di ottenere   borse di studio offerte dal governo italiano agli stranieri delle quali possono beneficiare anche i nostri concittadini. In conclusione gli ospiti sono stati invitati a partecipare ad un aperitivo per favorire la conoscenza reciproca e discutere di eventuali dubbi emersi lungo il percorso.

Comunicato a cura di Nadejda Matvei

Share.

About Author

Leave A Reply