lunedì, agosto 20

Le presidenziali in Azerbaigian e gli obiettivi per il futuro

Google+ Whatsapp Pinterest LinkedIn Tumblr +

Il presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, è stato rieletto ad un quarto mandato con l’86% delle preferenze. Sono stati più di 5 milioni i cittadini chiamati alle urne. Durante le procedure elettorali è stata notata un’ampia partecipazione della stampa, registrando una presenza di circa 118 giornalisti esteri, di 50 media internazionali, 894 osservatori internazionali provenienti da 59 paesi, nonché  da 60 organizzazioni internazionali. Sono stati predisposti 5.641 seggi diffusi per 125 distretti. Agli osservatori elettorali è stata data la possibilità di raccogliere dati e sondaggi e di visitare, monitorare e fotografare numerosi punti elettorali. Il Presidente Ilham Aliyev, ringraziando la popolazione per l’apoggio dimostrato nelle elezioni, ha detto che il popolo ha votato per la stabilità, la sicurezza, lo sviluppo e la prosperità. Gli obiettivi per il futuro sono tanti, principalmente la soluzione del conflitto armeno-azerbaigiano del Nagorno-Karabakh, a causa del quale un quinto del territorio dell’Azerbaigian rimangono sotto l’occupazione dell’Armenia, contrariamente alle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.  Alla guida della principale potenza economica del Caucaso Meridionale, il Presidente Aliyev proseguirà  nelle riforme e in una politica puntate alla diversificazione economica, auspicando un rapido superamento dell’economia legata agli idrocarburi, al potenziamento delle infrastrutture, in particolare per il ruolo del paese come hub sui corridoi transnazionali di trasporto, così come allo sviluppo ulteriore dei settori l’Ict, del comparto agricolo e del turismo. “Lo stato dell’Azerbaigian non è mai stato così potente. Abbiamo costruito uno stato forte, dovremmo e costruiremo un Azerbaigian più forte“, ha concluso il Presidente Aliyev. Bisogna anche ricordare che l’Italia continua ad essere un partner privilegiato per il paese del Caucaso.  Nel 2017 l’Italia si è confermata primo partner commerciale dell’Azerbaigian. Un rapporto strategico nel settore energetico, l’Azerbaigian è stato il primo paese fornitore di petrolio greggio all’Italia e il Trans-Adriatic Pipeline, parte del Corridio Meridionale del Gas, fondamentale per la sicurezza energetica europea, aumenta ancora di più l’importanza dell’Azerbaigian come partner privilegiato per l’Italia e l’Europa.

Articolo di Domenico Letizia, Presidente dell’Istituto di Ricerca di Economia e Politica Internazionale (Irepi) e Osservatore sul campo per le elezioni presidenziali dell’aprile 2018 in Azerbaigian, pubblicato per il Quotidiano “Il Roma – Il Giornale di Napoli“.

Share.

About Author

Leave A Reply