lunedì, novembre 19

Il GUAM – Organizzazione per la Democrazia e lo Sviluppo Economico (in moldavo GUAM, in azero: GUAM, in ucraino ГУАМ, e in georgiano სუამი) è un’organizzazione internazionale regionale i cui membri effettivi sono quattro paesi post-sovietici:

 

  • Georgia
  • Ucraina
  • Azerbaigian
  • Moldova

E i cui membri osservatori sono:

  • Lettonia
  • Turchia.

La carta del GUAM fu firmata durante un vertice a Jalta dal 6 giugno al 7 giugno 2001 dai quattro membri più l’Uzbekistan, che in seguito ne uscirà. In accordo con l’allora presidente dell’Ucraina Viktor Juščenko la carta fissava gli obiettivi per la cooperazione, come la promozione dei valori democratici, assicurando uno sviluppo stabile, accrescendo la sicurezza internazionale e regionale e aumentando l’integrazione europea. Il primo progetto di cooperazione intergovernativa nello spazio della CSI incentrato sui temi economici e di sicurezza e predisposto al di fuori dell’iniziativa e dell’influenza russa, fu la nascita del GUAM (acronimo di Georgia, Ucraina, Azerbaigian e Moldova) che ebbe come logico presupposto due dinamiche prodottesi a cavallo della metà degli anni Novanta e tradottesi in un allargamento dei margini di manovra diplomatica per i paesi del GUAM. La prima di esse fu rappresentata dalla prima campagna cecena della Russia (1994-1996) il cui fallimento segnò un netto arretramento delle posizioni di Mosca nel vicinato. Secondo fattore che contribuì a creare le condizioni per un approfondimento della cooperazione sub-regionale fu la rottura dell’isolamento internazionale dello spazio post-sovietico determinato dalla predisposizione di strategie regionali da parte dell’Unione Europea e della NATO. Tali strategie si incentrarono significativamente in quegli ambiti di cooperazione (sicurezza e sviluppo economico – infrastrutturale) nei quali velleitario era risultato il tentativo dell’Azerbaigian e degli stati di nuova indipendenza di proseguire linee autonome di politica estera. L’istituzionalizzazione dell’intesa quadrilaterale attraverso la creazione del GUAM rappresentò innanzitutto uno strumento per approfondire il vettore orizzontale di cooperazione nell’ambito CSI, offrendo un punto di riferimento regionale per gli attori dello spazio post sovietico che condividevano con i quattro un interesse specifico negli ambiti di azione di sicurezza e sviluppo.