mercoledì, ottobre 17

Comprendere Malta e il suo successo

Google+ Whatsapp Pinterest LinkedIn Tumblr +

 di Domenico Letizia*

Attualmente, la maggiore risorsa di Malta è una posizione geografica importante e una forza lavoro molto produttiva. L’economia dipende degli scambi con l’estero, dal settore manifatturiero, in particolare, tessile ed elettronico e dal turismo. Recentemente, recatomi a Malta, ho avuto l’opportunità di poter discutere delle opportunità sull’isola con il Vice Segretario della Camera di Commercio Italo Maltese, Enry Di Giacomo, approfondendo vari dossier economici e politici. Analizzando la presenza imprenditoriale italiana sull’isola, Di Giacomo ha ribadito.

Veduta del Porto di Malta

A Malta ci sono circa 8000 società italiane, noi ne conosciamo 1500 e soltanto nella ristorazione gli imprenditori italiani sono 350. A Gozo, ad esempio, vi sono oltre una ventina di ristoranti italiani, tutti di altissima qualità e quattro gelaterie di pregio. Inoltre, ci sono anche aziende nel settore commerciale e finanziario e negli ultimi anni a Malta anche il “Made in Italy” di lusso inizia ad avere una certa importanza”. La Camera di Commercio Italo Maltese ha 25 anni di storia, offre servizi innovativi alle aziende italiane e alle aziende maltesi. Tra i soci della Camera, il 50% circa dei componenti sono maltesi, i quali utilizzano i servizi della Camera di Commercio per tutte le relazioni commerciali che vogliono intraprendere con l’Italia. “Quello che noi tentiamo di svolgere è sostenere le aziende che vogliono attivare un processo di internazionalizzazione, attraverso analisi di mercato, rischi pagamenti e crediti, formazione alla internazionalizzazione dei mercati. La forza di un imprenditore all’estero parte dalla conoscenza e formazione, grazie al lavoro di personale competente”, afferma Di Giacomo.

Sono molti gli italiani che guardano con interesse all’isola, ma quali sono le opportunità concrete dove poter svolgere impresa?

Noi consigliamo l’acquisto di immobili per la creazione di Hotel e Bed and Breakfast perché vi è una forte vocazione turistica. Le maggiori opportunità d’investimento sono nel settore medicale, farmacologico ed edilizio. Basti pensare che all’entrata di La Valletta, la storica Fontana del Tritone è in restaurazione da parte di una impresa italiana” ribadisce il Vice Segretario.

Inoltre, positivi segnali sono registrati per il turismo maltese. E’ stato stimato che il numero dei visitatori totali in entrata a giugno corrisponde a 232.193 turisti con un incremento del 19,4% rispetto al mese corrispondente nel 2016. Malta continua ad essere una meta prediletta anche per i turisti italiani.

* Analista politico e geo economico. Si occupa con vari Think Tank dell’analisi dei fenomeni economici e geopolitici del Mediterraneo, del Caucaso, dei Balcani e dell’Artico. Fondatore dell’Istituto IREPI.

Comprendere Malta e il suo successo

Share.

About Author

Leave A Reply