mercoledì, giugno 20

A BAKU LA CONFERENZA INTERNAZIONALE SU TECNOLOGIA, CULTURA E STABILITÀ INTERNAZIONALE

Google+ Whatsapp Pinterest LinkedIn Tumblr +

La conferenza internazionale su tecnologia, cultura e stabilità internazionale è giunta alla diciottesima edizione e per la prima volta si terrà nella splendida capitale dell’Azerbaigian, Baku. La 18ma Conferenza si svolgerà con il supporto dell’International Federation of Automatic Control, tra le organizzazioni più prestigiose al mondo nel campo dell’automazione e delle sicurezza elettronica. L’evento si terrà dal 13 al 15 settembre ed è stato denominato “XVIII Conferenza internazionale IFAC su tecnologia, cultura e stabilità internazionale – TECIS”. L’IFAC è stata fondata il 12 settembre 1957 a Parigi. Su invito del governo austriaco, dal 1978 la segreteria dell’IFAC opera nella città austriaca di Laxenburg. L’organizzazione è composta da strutture e società legate all’ingegneria, alla robotica e all’automazione di oltre 49 paesi in tutto il globo e organizza ogni anno eventi internazionali. In Azerbaigian è la prima volta che si svolge un evento di tale portata. Partner azerbaigiano dei lavori dell’IFAC è l’Azerbaijan Robotics and Automation Society, fondata a Baku. Scopo principale dei lavori è quello di riunione ricercatori, professionisti dell’industria e del mondo accademico per delineare una panoramica sull’attualità della tecnologia e della robotica, presentare le nuove ricerche e creare un network di esperienze nei campi della tecnologia e della stabilità internazionale. Le tematiche protagoniste dei lavori della Conferenza saranno: “Controllo e l’automazione per il miglioramento della stabilità internazionale”, la “Gestione del cambiamento tecnologico per migliorare la stabilità internazionale”, “Automazione orientata alle PMI”, i “Sistemi legati alla robotica” e i “Sistemi biomedici”. Alla conferenza parteciperà anche Frank Allgover, presidente dell’IFAC e vicepresidente della German Science Foundation. Dopo aver lanciato l’appello alla comunità scientifica per la presentazione delle nuove progettualità del 2018, sono state già accettate le richieste di ricercatori di diversi paesi, dall’Austria, Germania, Irlanda, Grecia, Stati Uniti, Bulgaria, Romania e Turchia. Peter Kopacek, professore presso l’Università di Vienna è presidente del comitato del programma internazionale di Baku con focus specifico in robotica e controllo automatico. Altro organizzatore dell’evento è Bahadur Ibrahimov, esperto internazionale in robotica presso l’Università di Vienna. Ibrahimov è fondatore della rivista “Panorama of Azerbaijan” ed è membro della IFAC, attualmente svolge ricerca presso le start-up austriache. La società contemporanea è caratterizzata dallo sviluppo della tecnologia e tale sistema in rete ha generato cambiamenti significativi in ambito internazionale, un approccio che interessa molto all’Azerbaigian soprattutto nell’ottica di promozione delle diversificazione economica del paese, attraverso lo sviluppo del settore non petrolifero. Importante ribadire che gli organizzatori della International Federation of Automatic Control possono beneficiare di importanti sponsor internazionali quali la Baku Higher Oil School (BHOS), l’Università di Baku “ADA”, l’Hotel “Boulevard” e partner istituzionali quali il ministero degli Affari Esteri e il ministero dell’Istruzione della Repubblica dell’Azerbaigian, numerose ambasciate, l’Accademia nazionale delle Scienze dell’Azerbaigian, rappresentanti di ONG austriache, università europee e numerose realtà imprenditoriali transnazionali presenti in tutto il pianeta. Per registrarsi e partecipare ai lavori è possibile reperire maggiori informazioni al siti web: www.tecis18.org e www.tecis18.com.

Articolo di Domenico Letizia, Presidente dell’Istituto di Ricerca di Economia e Politica Internazionale, pubblicato per “Notizie Geopolitiche“.

Share.

About Author

Leave A Reply